venerdì 16 dicembre 2016

Intervista all'autore: Milena Porta














Sono tornata con la prima novità che vi avevo annunciato. Inauguriamo la rubrica dedicata alle interviste con la nostra Milena, autrice di Lo spazio tra di noi e Opale di fuoco  che ha gentilmente risposto alle mie domande e ci ha aperto le porte al suo mondo creativo.



1)come nascono le idee per le tue storie? ti arrivano all'improvviso o le elabori lentamente?

Per quanto riguarda 'Lo Spazio tra di noi', gli alieni mi avevano da sempre affascinata. Non avevo letto nulla in materia ma l'idea continuava a sfiorarmi e alla fine ho detto: "Ok, ci provo". Per 'Opale di Fuoco', l'idea è germogliata dal nulla. Avevo letto un saggio sulle superstizioni radicate nel sud e mi sono resa conto che non c'è molta differenza tra superstizione e magia. Spesso le mie storie nascono nel modo più assurdo, a volte mi basta ascoltare il verso di una canzone, di una poesia o addirittura trarre spunto dai miei sogni. L'idea madre mi coglie all'improvviso come un lampo, per elaborarla, invece, ci vuole un bel po' di tempo. Diciamo che è come una pagnotta che lievita ...

2) quando e come è nata la tua esigenza di narrare e di condividere con gli altri le storie che hai in mente?

Tra i miei sogni nel cassetto sin da quando ero bambina c'era quello di scrivere un libro, però ero convinta che sarebbe rimasta una fantasticheria. Crescendo, di tempo ne avevo sempre meno. Non mi bastava nemmeno una giornata di ventiquattro ore per studiare con un corso di laurea magistrale con trenta esami. Poi, durante un viaggio, in una camera d'albergo, trovai un libricino (Se non erro scritto da un sacerdote di cui non ricordo né il nome, né il titolo) che diceva, 'Anche se non avete tempo, cominciate. Imponetevi di fare quello che avete in mente anche solo per cinque minuti al giorno'. E' così l'ho preso alla lettera. Originariamente non avevo assolutamente intenzione di condividere il mio romanzo. L'ho scritto perché mi andava e per mia sorella. Lei l'ha letto e mi ha assillato ogni giorno finché non mi ha convinta a pubblicarlo.
 
3) in media quanto tempo ci impieghi a scrivere in libro? Qual è il momento della giornata in cui preferisci scrivere?

Se non ho molti impegni, finisco di scrivere in media dopo quattro mesi, soprattutto se la storia è complessa. Quindi, devo battere tutto al computer perché scrivo tutto a mano! Il momento ideale per scrivere è la mattina o il primo pomeriggio. Se proprio non è possibile la sera tardi. Non ho un posto tutto mio dove poter scrivere indisturbata e questo mi rallenta.

4) quali sono i modelli a cui aspiri?

Adoro la Kleypas e la Armentrout per il loro umorismo. In realtà non ho un vero e proprio modello. Anche se ...mi piacerebbe che i miei libri fossero i più letti durante le ore di matematica come è avvenuto per la trilogia delle gemme della Gier, la mia preferita in assoluto!

5) quale fase della creazione di un libro preferisci?

Preferisco decisamente la fase iniziale. La fase di revisione è barbosa e se devo eliminare qualcosa mi sembra di sottopormi all'estrazione di un dente senza anestesia.

6) I tuoi personaggi somigliano fisicamente a qualche attore o attrice?

 I miei personaggi non assomigliano a nessun attore esistente. Me li invento di sana pianta, diversamente non riuscirei a scrivere.




Ringrazio ancora Milena e... aspettiamo il suo prossimo lavoro.

E voi... state sintonizzati che sto cercando di prepararvi una sorpresa... almeno spero! ☺


Seguitemi anche su facebook

https://www.facebook.com/sognareinpuntadipenna/

4 commenti:

  1. Che bella iniziativa! Io ho letto e apprezzato tantissimo tutti e due i libri dell'autrice, trovo i suoi lavori molto originali. Da quello che ha detto nell'intervista devo ringraziare la sorella per averla persuasa a pubblicare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, si Michela, sono d'accordo con te. Grazie alla sorella di Milena! Ci ha visto lungo ;-)

      Elimina
  2. Mi unisco anche io ai ringraziamenti! É un'autrice fresca e davvero molto brava! Grazie per questa bella intervista Anna ☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per averla letta :-)
      Credo che a volte ci voglia qualcuno che ti spinga ad agire. Meno male che esistono questi angeli custodi che permettono di farci conoscere nuove idee e nuove storie!!! Lo spazio tra di noi è stato il primo libro self che ho letto e mi ha aperto un mondo. Grazie a Milena ho scoperto che i sogni si possono in qualche modo avverare.

      Elimina